Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 18 giugno 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

FORMAZIONE ITALIANA NEL MONDO - SPAZIO EUROPEO ISTRUZIONE ENTRO 2025 - VERTICE MIN.EUROPEI ISTRUZIONE, GIOVENTU' CULTURA E SPORT A BRUXELLES

(2023-05-11)

Nel corso della giornata, a Bruxelles il 16 maggio, i ministri dell'istruzione dovrebbero approvare una risoluzione sull'intensificazione degli sforzi per realizzare uno spazio europeo dell'istruzione entro il 2025. A tale riguardo, il Consiglio mirerà anche ad approvare conclusioni sulla realizzazione del riconoscimento reciproco automatico delle qualifiche di istruzione e formazione.

Durante il Consiglio "Istruzione, gioventù, cultura e sport" dell'aprile 2022, i ministri avevano adottato una raccomandazione per rendere più efficace la cooperazione europea a livello di istruzione superiore.

Una cooperazione transnazionale più profonda ed efficace nel settore dell'istruzione superiore in tutta Europa fondamentale per:
sostenere i valori, l'identità e la democrazia dell'Unione rafforzare la resilienza della società e dell'economia europee, costruire un futuro sostenibile

I ministri avevano inoltre approvato due serie di conclusioni :

- ll panorama dell'istruzione superiore in Europa è influenzato da diversi fattori (tra cui la domanda globale di istruzione inclusiva e di alta qualità, ricerca e innovazione eccellenti, un mercato del lavoro in rapida evoluzione, tendenze demografiche, cambiamento climatico e la corsa tecnologica). Rispondendo alla necessità di rafforzare la posizione degli istituti di istruzione superiore, i ministri hanno approvato le conclusioni su una strategia europea che li responsabilizzi per il futuro dell'Europa .

- Insegnanti e formatori sono attori chiave dello Spazio europeo dell'istruzione e la loro mobilità può migliorare la loro competenza e motivazione, a vantaggio anche degli studenti e dei sistemi educativi in ??generale. Gli Stati membri sono invitati a favorire le opportunità di mobilità , in particolare la mobilità europea, sia per gli insegnanti che per i formatori durante la loro istruzione e formazione iniziale e in servizio.

L'ambizione dell'UE è consentire a tutti i cittadini dell'UE di ricevere la migliore istruzione e formazione.

Sebbene ogni Stato membro sia responsabile del proprio sistema di istruzione e formazione, l'UE svolge un ruolo di supporto fondamentale. Incoraggia la cooperazione e lo scambio di buone pratiche tra gli Stati membri e integra gli sforzi e le riforme nazionali.

L'istruzione è fondamentale per riunire i cittadini dell'UE e per il futuro dei singoli e dell'UE nel suo insieme. Tutti gli europei dovrebbero poter beneficiare del variegato patrimonio culturale ed educativo comune.

Il pilastro europeo dei diritti sociali afferma che tutti hanno diritto a un'istruzione, una formazione e un apprendimento permanente di qualità e inclusivi al fine di mantenere e acquisire competenze che consentano la piena partecipazione alla società e transizioni riuscite nel mercato del lavoro.

La Commissione europea sta sviluppando iniziative per rendere lo spazio europeo dell'istruzione una realtà entro il 2025.

Perchè ne abbiamo bisogno?

L'istruzione e la formazione sono i migliori investimenti nel futuro dell'Europa . Svolgono un ruolo fondamentale nel promuovere la crescita, l'innovazione e la creazione di posti di lavoro. I sistemi di istruzione e formazione europei devono fornire alle persone le conoscenze, le capacità e le competenze lungimiranti di cui hanno bisogno per innovare e prosperare.

L'istruzione dovrebbe contribuire a consentire ai giovani di articolare e impegnarsi, partecipare e plasmare il futuro di un'Europa caratterizzata da democrazia, solidarietà e inclusione.

In cima all'agenda politica europea per consentire ai giovani di ricevere la migliore istruzione e formazione e infine assicurarsi posti di lavoro, l'UE propone molte iniziative nuove e rinnovate:

ERASMUS +: il Il programma che promuove la mobilità per l'apprendimento in tutta Europa e oltre.
Trascorrere del tempo all'estero per studiare e imparare dovrebbe essere la norma in un'Europa sempre più inclusiva.

I cittadini dell'UE dovrebbero avere un forte senso della propria identità di europei , del patrimonio culturale europeo e della sua diversità. Hanno anche un ruolo importante da svolgere nella creazione di un'identità europea, basandosi su valori e culture comuni.

L'UE vuole fare di più per incoraggiare la partecipazione a questo programma (https://www.consilium.europa.eu/en/policies/erasmus-plus-programme/ )

Programma Erasmus+ 2021-2027

La mobilità dei discenti e del personale è il fulcro del programma Erasmus+. È attraverso l'esperienza unica di vivere, studiare, formarsi o viaggiare all'estero che i partecipanti possono:

- acquisire fiducia in se stessi e competenze trasversali
- scoprire culture diverse
- costruire relazioni interpersonali e professionali con persone di altri paesi.

Ciò migliora le loro prospettive di carriera e aumenta la loro partecipazione attiva nella società, contribuendo nel contempo a una maggiore inclusione sociale e ad un'identità europea rafforzata .

Il programma 2021-2027 pone un forte accento su:

- integrazione sociale
- le transizioni verdi e digitali
- promuovere la partecipazione dei giovani alla vita democratica.

Sostiene le priorità e le attività stabilite nell'iniziativa per lo spazio europeo dell'istruzione , nel piano d'azione per l'istruzione digitale (una serie di iniziative per un'istruzione digitale di alta qualità, inclusiva e accessibile in Europa) e nell'agenda europea delle competenze .

Il programma inoltre:

- contribuisce ad attuare il pilastro europeo dei diritti sociali
- attua aspetti della strategia dell'UE per la gioventù 2019-2027
- aiuta a sviluppare la dimensione europea dello sport

Con oltre 2 000 partenariati strategici transnazionali all'anno, il programma Erasmus+ si sta espandendo e sta diventando sempre più internazionale.

Il programma è gestito in parte a livello nazionale dalle agenzie nazionali e in parte a livello europeo dall'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione e la cultura (EACEA).

Il programma mira inoltre a promuovere lo sviluppo sostenibile dei suoi partner nel campo dell'istruzione  superiore  ea contribuire al raggiungimento degli obiettivi della  strategia dell'UE per la gioventù .

Il programma Erasmus+ mira a:

- ridurre la disoccupazione, soprattutto tra i giovani
- promuovere l'apprendimento degli adulti, in particolare di nuove competenze e abilità richieste dal mercato del lavoro
- incoraggiare i giovani a partecipare alla democrazia europea
- sostenere l'innovazione, la cooperazione e le riforme
- ridurre l'abbandono scolastico
- promuovere la cooperazione e la mobilità nei paesi partner dell'UE

Il programma ha un budget stimato di 26,2 miliardi di euro per sette anni (2021-2027). Questo è quasi il doppio del finanziamento per il periodo 2014-2020.

Si prevede che il programma Erasmus+ triplicherà il numero di partecipanti nel corso del nuovo quadro finanziario pluriennale (QFP).

COMPETENZE DIGITALI E FORMAZIONE

La tecnologia digitale arricchisce l'apprendimento in vari modi e offre opportunità di apprendimento che devono essere accessibili a tutti. È importante migliorare l'apprendimento e l'insegnamento nell'era digitale , migliorare e riqualificare studenti ed educatori fornendo programmi di formazione sulle competenze digitali.

L'adeguamento dei sistemi e delle infrastrutture di istruzione e formazione all'era digitale è previsto attraverso il programma Erasmus+.

L'UE sostiene la modernizzazione dei sistemi di istruzione e formazione attraverso l'innovazione - uso pedagogico e innovativo delle tecnologie digitali. L'obiettivo è sviluppare competenze digitali e abilità di alfabetizzazione mediatica tra tutti i cittadini dell'UE per:

- costruire la resilienza alla disinformazione e alla propaganda
- incoraggiare l'uso delle tecnologie per il proprio benessere e la partecipazione civica.

ISTRUZIONE SUPERIORE:

Esistono sfide specifiche per il settore dell'istruzione superiore in Europa e la necessità di rafforzare la collaborazione tra gli istituti di istruzione superiore. Oltre al comprovato valore aggiunto della mobilità per l'apprendimento Erasmus+ e dei partenariati strategici dell'UE, sono in programma altre misure:

- sviluppare una rete di università europee
- apprendimento multilingue
- Il riconoscimento dei titoli di studio
- sviluppare programmi e progetti congiunti di istruzione e ricerca
- incoraggiare l'apprendimento lungo tutto l'arco della vita
- migliorare la mobilità per l'apprendimento proponendo una tessera europea volontaria dello studente.

L'iniziativa delle università europee è stata lanciata nel 2018 come iniziativa faro dello spazio europeo dell'istruzione. Le università europee sono ambiziose alleanze transnazionali di istituti di istruzione superiore che sviluppano una cooperazione strutturale e strategica a lungo termine. Le alleanze devono riunire almeno 3 istituti di istruzione superiore di 3 paesi dell'UE o di altri paesi del programma Erasmus.

Nelle conclusioni del dicembre 2017 il Consiglio europeo aveva invitato gli Stati membri dell'UE, il Consiglio e la Commissione a portare avanti una serie di iniziative, tra cui:
quella di  "rafforzare i partenariati strategici in tutta l'UE tra gli istituti di istruzione superiore e incoraggiare la nascita entro il 2024 di una ventina di "università europee", costituite da reti di università dal basso verso l'alto in tutta l'UE che consentiranno agli studenti di conseguire una laurea combinando gli studi in diversi paesi dell'UE paesi e contribuire alla competitività internazionale delle università europee.

Le conclusioni del Consiglio del maggio 2021 sulle università europee hanno ribadito il sostegno alle università europee affinché raggiungano
…la visione ambiziosa di uno Spazio europeo dell'istruzione e dello Spazio europeo della ricerca innovativi, competitivi a livello globale e attraenti, in piena sinergia con lo Spazio europeo dell'istruzione superiore, contribuendo a rafforzare la dimensione dell'eccellenza dell'istruzione superiore, della ricerca e dell'innovazione, promuovendo nel contempo la parità di genere, inclusività ed equità, consentendo una cooperazione transnazionale continua e ambiziosa tra gli istituti di istruzione superiore in Europa e ispirando la trasformazione dell'istruzione superiore.

Co-sviluppata da istituti di istruzione superiore, organizzazioni studentesche, Stati membri e Commissione, l'iniziativa delle università europee risponde a questo invito. Basandosi sui progressi compiuti durante la fase iniziale, l'iniziativa è ora parte integrante del programma Erasmus+ 2021-2027.

Ma le università europee sono anche un'iniziativa faro della strategia europea per le università che si pone l'ambizione di sostenere 60 università europee coinvolgendo più di 500 istituti di istruzione superiore entro la metà del 2024

Dopo l'invito a presentare proposte Erasmus+ del 2022, ora abbiamo 44 università europee che coinvolgono circa 340 istituti di istruzione superiore nelle capitali e nelle regioni remote di 31 paesi, inclusi tutti gli Stati membri dell'UE, Islanda, Norvegia, Serbia e Turchia.
Ed una collaborazione con circa 1.300 partner associati che vanno da organizzazioni non governative (ONG), imprese, città, autorità locali e regionali, le università europee sono in grado di aumentare sostanzialmente la qualità e la portata dell'istruzione superiore in Europa.

ISTRUZIONE DI ALTA QUALITA' E INCLUSIVA :
Tutti dovrebbero poter accedere a un'istruzione di alta qualità, indipendentemente dal loro contesto socioeconomico. L'UE si sta adoperando per fornire a tutti i bambini, compresi quelli provenienti da regioni socioeconomicamente svantaggiate ea tutti i contesti socioeconomici, l'accesso all'istruzione e ai sistemi di cura della prima infanzia.

L'UE mira a garantire un'istruzione inclusiva e di alta qualità per sostenere lo sviluppo di tutti gli studenti. Si può fare di più per promuovere l'attrattiva e l'importanza della professione di insegnante e di quella di altro personale educativo e sostenere il loro continuo miglioramento delle competenze.

DUNQUE: È necessario unire le forze per ridurre l'abbandono scolastico in Europa e aumentare le opportunità di parità di accesso all'istruzione.

APPRENDIMENTO DELLE LINGUE:
La conoscenza di due lingue oltre alla propria lingua madre dovrebbe diventare standard. La competenza multilingue dovrebbe essere vista come un importante elemento costitutivo di uno spazio europeo dell'istruzione . Promuove la comprensione e la diversità e aiuta a promuovere i valori europei. L'UE vorrebbe adottare e migliorare misure volte a promuovere il multilinguismo, migliorando la qualità e l'efficienza dell'apprendimento e dell'insegnamento delle lingue.

FONDAMENTALE:  IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO

Le qualifiche scolastiche e di istruzione superiore dovrebbero essere riconosciute in tutta l'UE. Al fine di garantire una mobilità senza soluzione di continuità dei discenti, è necessaria una maggiore cooperazione tra i sistemi di istruzione e formazione, per incoraggiare il riconoscimento accademico delle qualifiche e dei periodi di studio all'estero . (11/05/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07