Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 4 marzo 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

AMBIENTE - EUROPA/TRANSIZIONE VERDE - V.PRES.COMMISSIONE TIMMERMANS A TARANTO DIALOGA CON CITTADINI E AUTORITA' SU OPPORTUNITA' CHE LA CITTA' DIVENGA POLO PRODUZIONE E TRASPORTO IDROGENO RINNOVABILE

(2023-05-12)

Il Vicepresidente esecutivo per il Green Deal europeo, Frans Timmermans, sarà a Taranto lunedì 15 maggio. Parteciperà a un dialogo con i cittadini per discutere della transizione verde nella città e nella regione Puglia in generale.

In mattinata incontrerà rappresentanti del comune e imprenditori locali che si occupano della "valle dell'idrogeno verde" di Taranto per discutere del progetto della città di diventare un polo per la produzione e il trasporto di idrogeno rinnovabile.

Il Vicepresidente esecutivo terrà un incontro bilaterale con il Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, e il Presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, per discutere della transizione giusta a un'economia climaticamente neutra nella regione.

L'Italia riceverà 1 miliardo di € nell'ambito del Fondo per una transizione giusta allo scopo di realizzare una transizione climatica equa, a Taranto e nelle altre regioni, promuovendo la diversificazione economica e la creazione di posti di lavoro nei settori dell’economia verde, comprese le energie rinnovabili.

Il Fondo sosterrà la riqualificazione di 4 300 lavoratori per posti di lavoro verdi legati alla transizione all'energia pulita e all'economia circolare.
Nel pomeriggio Timmermans visiterà Beleolico, il primo parco eolico marino del Mediterraneo. Durante la permanenza in Italia pronuncerà anche un discorso online al Festival dello Sviluppo Sostenibile 2023 dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), che si tiene a Milano.(12/05/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07