Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 23 settembre 2023 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

SINDACATI ITALIANI NEL MONDO - EUROPA - INVITO DELLA CES ALLA PRES. VON DER LEYEN "IL DISCORSO SULLO STATO DELL'UNIONE" DEVE AFFRONTARE L'EMERGENZA GIUSTIZIA SOCIALE"

(2023-09-01)

In una lettera al presidente della Commissione europea, la Confederazione europea dei sindacati (CES) sottolinea come i lavoratori abbiano visto crollare il loro potere d’acquisto proprio mentre i profitti e i dividendi aziendali esplodevano.

Secondo i dati pubblicati questo mese, i pagamenti agli azionisti sono aumentati del 10% nel secondo trimestre di quest'anno. Ciò segue un aumento del 14% nel 2022.

Al contrario, lo scorso anno i salari medi sono cresciuti del 4% in un contesto di un tasso di inflazione del 10%, guidato principalmente dalla crescita dei profitti aziendali.

La CES invita, quindi, la Presidente von der Leyen a includere nel suo discorso i seguenti impegni:

Sostegno alla contrattazione collettiva come il modo migliore per ripristinare l’equilibrio tra lavoratori e consigli di amministrazione garantendo che solo le aziende che stabiliscono retribuzioni e condizioni nelle negoziazioni con i sindacati possano ricevere denaro pubblico – almeno 1 miliardo di euro di fondi UE è stato dato alle aziende che hanno violato i lavoratori diritti nell'ultimo decennio.

Aumentare gli investimenti e garantire che il denaro venga utilizzato nell’interesse pubblico ponendo condizioni sociali sull’uso dei fondi dell’UE come il piano industriale Green Deal, incentivando la creazione di posti di lavoro di qualità e non semplicemente dividendi più elevati – l’UE finora non è riuscita a eguagliare gli obiettivi sociali condizioni previste dall’Inflation Reduction Act degli Stati Uniti.

Rifiutare un ritorno all’austerità modificando le nuove regole di governance economica che entreranno in vigore a gennaio per garantire che consentano investimenti nei servizi pubblici, la creazione di posti di lavoro di qualità e una giusta transizione verso un’economia verde – le regole attuali imporrebbero agli Stati membri di tagliare 45 miliardi solo l’anno prossimo.

Scrivendo alla presidente von der Leyen, la segretaria generale della CES Esther Lynch ha dichiarato:

“La CES ritiene che sia giunto il momento di tracciare un percorso verso un’economia europea riequilibrata che metta le persone e il pianeta al primo posto. Gli attacchi ai sindacati devono finire.

“Lo status quo non funziona, è necessario un cambiamento. I lavoratori non ricevono un trattamento equo, non ricevono la loro giusta quota, ma si trovano invece ad affrontare una crisi del costo della vita e richieste di moderazione salariale, mentre l’avidità è causata dai profitti degli amministratori delegati e delle aziende.

“Ciò ha creato un’emergenza di giustizia sociale in Europa.

“Non c’è tempo da perdere, l’Unione europea continua a soffrire delle ferite sociali ed economiche subite dieci anni e mezzo fa.

“È necessaria una risposta forte basata sul modello sociale europeo. Chiediamo che il discorso sullo stato dell’Unione riconosca l’urgenza di garantire investimenti in opportunità e posti di lavoro di qualità, migliori condizioni di lavoro e di vita, retribuzioni più elevate e servizi pubblici di alta qualità e sostegno alla contrattazione collettiva per gettare basi più eque per la nostra economia e società.

“Questo è di fondamentale importanza per difendere e rafforzare la democrazia in vista delle elezioni europee”. (01/09/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07