Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 23 settembre 2023 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

RICERCA SCIENTIFICA -EUROPA/GERMANIA - DAL MAX PLANCK INSTITUT : EFFETTI DELLA DISUGUAGLIANZA SOCIO-ECONOMICA NELL'EPIGENETICA DEI BAMBINI

(2023-09-07)

  I bambini che crescono in famiglie con risorse limitate hanno profili epigenetici associati a una salute peggiore. Si legge nell'abstract di una Ricerca del Max Planck Institut sugli effetti della disuguaglianza socio economica sulla salute dei bambini.

Per studiare gli effetti degli ambienti infantili sulla salute e sul benessere degli adulti, i ricercatori hanno esaminato i profili epigenetici dei bambini utilizzando algoritmi sviluppati negli adulti. Scoprono che i bambini cresciuti in ambienti socioeconomicamente più svantaggiati mostravano profili epigenetici che, in studi precedenti sugli adulti, erano associati a una salute peggiore. I risultati sono pubblicati sulla rivista JAMA Pediatrics .

I bambini che crescono in famiglie socialmente svantaggiate tendono a sperimentare ambienti più avversi, come un accesso limitato a un’alimentazione di alta qualità, spazi verdi e assistenza sanitaria. Di conseguenza, questi bambini tendono ad essere maggiormente a rischio di un elevato indice di massa corporea (BMI), di obesità e di molteplici malattie in età adulta. Il “lungo braccio dell’infanzia” è un fenomeno che descrive gli effetti duraturi degli ambienti e dello sviluppo infantile sulla salute e sul benessere degli adulti.

"L'idea è che ciò che accade durante l'infanzia è importante, in una certa misura, per la vita", afferma la prima autrice Laurel Raffington, che ha condotto lo studio con collaboratori dell'Università del Texas ad Austin, dell'Università del Michigan e dell'Università di Princeton.
Raffington guida il gruppo di ricerca biosociale Max Planck – Biologia, disparità sociali e sviluppo. “Ma comprendere e intervenire sul lungo periodo dell’infanzia è difficile perché gli effetti degli ambienti infantili possono impiegare decenni prima di diventare visibili nella salute e nel benessere degli adulti”.

Raffington e colleghi hanno utilizzato algoritmi per riassumere le modifiche genetiche nell'intero genoma in punteggi del profilo epigenetico. I profili epigenetici, che attivano o disattivano i geni, possono cambiare man mano che i bambini si sviluppano e possono essere influenzati negativamente da ambienti avversi. Questo punteggio del profilo epigenetico è stato originariamente sviluppato negli adulti per prevedere il loro indice di massa corporea (BMI); quindi è chiamato BMI epigenetico. È importante sottolineare che è stato scoperto che il BMI epigenetico prevede in modo prospettico la salute e la mortalità degli adulti oltre il BMI effettivo degli adulti. Nel presente studio, i ricercatori hanno utilizzato lo stesso algoritmo per calcolare il BMI epigenetico nei bambini, inclusi oltre 3.200 ragazzi di età compresa tra 8 e 18 anni provenienti da due studi statunitensi. A differenza degli studi sugli adulti che in genere raccolgono il sangue, hanno calcolato il BMI epigenetico utilizzando la saliva dei bambini, che è meno invasiva e più facile da raccogliere. Poiché le modifiche epigenetiche differiscono in base al tipo di tessuto, non era chiaro se il BMI epigenetico sarebbe una misura valida se calcolato nella saliva piuttosto che nel DNA del sangue.

I ricercatori hanno scoperto che il BMI epigenetico dei bambini era fortemente associato al loro BMI effettivo. Ad esempio, il BMI epigenetico misurato quando i bambini avevano 9 anni prevedeva il loro BMI quando sarebbero stati misurati nuovamente a 15 anni. Il BMI epigenetico era persino correlato alle differenze nel BMI tra gemelli identici. “Le analisi longitudinali e gemellari sono test molto rigorosi della sensibilità dei biomarcatori e siamo rimasti colpiti dalle prestazioni del BMI epigenetico. L'IMC epigenetico è una misura valida dell'IMC anche quando viene misurato nella saliva dei bambini”, afferma Daniel A. Notterman, professore di biologia molecolare all'Università di Princeton .

Hanno anche scoperto che i bambini provenienti da contesti sociali più svantaggiati avevano un BMI epigenetico più elevato, anche controllando il loro BMI effettivo, lo sviluppo puberale e l’esposizione al tabacco. Poiché i profili epigenetici sono stati calcolati utilizzando algoritmi sviluppati negli adulti, ciò indica un legame molecolare tra gli ambienti infantili e la salute degli adulti. Lo stato socioeconomico alla nascita era fortemente associato al BMI epigenetico, che era piuttosto stabile durante l’adolescenza. Ciò potrebbe suggerire che le differenze ambientali nelle prime fasi della vita, come quelle legate alla disuguaglianza sociale così come quelle legate alle differenze (prenatali) tra gemelli identici, possono avere un’influenza critica sui profili epigenetici della vita successiva.

Utilizzando una procedura simile, studi recentemente pubblicati da Raffington e colleghi hanno scoperto che i bambini che crescono in famiglie con risorse limitate tendono ad avere profili epigenetici associati a un ritmo più rapido di invecchiamento biologico e a una salute cognitiva inferiore. (vedi Raffington et. al, Psychological Science, 2023 ) . Un altro studio di Raffington e colleghi (vedi Raffington et. al, Clinical Epigenetics, 2023 ) suggerisce che questi risultati sono applicabili anche alla Germania, sebbene non sia ancora nota la misura in cui si generalizzano ad altri paesi e contesti.

Lo studio attuale si basa su lavori precedenti che mostrano che le misure epigenetiche possono essere un “ponte” molecolare tra l’infanzia e l’età adulta. Potrebbe essere utile per gli studi futuri che valutano l’impatto delle politiche sociali nell’infanzia incorporare misure epigenetiche come risultati potenzialmente informativi sui futuri benefici per la salute. Raffington sta collaborando con il Babies First Years Study ,  uno studio randomizzato e controllato che prevedeva regali in denaro alle madri per i primi quattro anni di vita del loro bambino. Osserveranno se ricevere questi regali in denaro nella prima infanzia migliora i profili epigenetici di salute e benessere dei bambini.

Leggi l'intervista di accompagnamento con Laurel Raffington. Contestualizza i risultati dello studio e parla di futuri progetti di ricerca. Si interroga anche su ciò che la sua ricerca implica per l'attuale dibattito sulla sicurezza finanziaria di base dei bambini (“Kindergrundsicherung”) in Germania : https://www.mpib-berlin.mpg.de/press-releases/interview-laurel-raffington

Pubblicazioni originali

Raffington, L., Schneper, L., Mallard, T., Fisher, J., Vinnik, L., Hollis-Hansen, K., Notterman, DA, Tucker-Drob, EM, Mitchell, C., & Harden, KP (2023). Misure epigenetiche salivari dell’indice di massa corporea e determinanti sociali della salute nell’infanzia e nell’adolescenza. JAMA Pediatria . Pubblicazione online anticipata.  https://doi.org/10.1001/jamapediatrics.2023.3017

Vedi un editoriale di accompagnamento di altri ricercatori che discutono i risultati dello studio:

Gujral, UP, Barkin, S., Narayan, KMV (2023). Epigenetica dei fattori di stress socioeconomici nella prima infanzia e impatto sull’indice di massa corporea infantile: potenziale meccanismo e biomarcatore? JAMA Pediatria . Pubblicazione online anticipata. https://doi.org/10.1001/jamapediatrics.2023.3028

Raffington, L. , Tanksley, PT , Sabhlok, A. , Vinnik, L. , Mallard, T. , King, LS , Goosby, B. , Harden, KP , & Tucker-Drob, EM (2023). Profili epigenetici socialmente stratificati sono associati al funzionamento cognitivo nei bambini e negli adolescenti. Scienze psicologiche , 34 (2), 170–185. https://doi.org/10.1177/09567976221122760

Raffington, L. , Schwaba, T. , Aikins, M. , Richter, D. , Wagner, GG , Harden, KP , Belsky, DW , & Tucker-Drob, EM (2023). Associazioni di disparità socioeconomiche con misure di metilazione del DNA buccale dell'invecchiamento biologico. Epigenetica clinica , 15 , articolo 70. https://doi.org/10.1186/s13148-023-01489-7
----------------------------------------------------------------

Istituto Max Planck per lo sviluppo umano

L'Istituto Max Planck per lo sviluppo umano di Berlino è stato fondato nel 1963. È un istituto di ricerca interdisciplinare dedicato allo studio dello sviluppo umano e dell'educazione. L'Istituto appartiene alla Società Max Planck per l'Avanzamento della Scienza, una delle principali organizzazioni per la ricerca di base in Europa. (07/09/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07