Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 10 dicembre 2023 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA ITALIANA - EUROPA/COMMERCIO ESTERO - SOTTOSEGR. ESTERI TRIPODI AL CONSIGLIO AFFARI ESTERI DI VALENCIA: "ITALIA FAVOREVOLE AMPLIAMENTO RETE ACCORDI UE . UN TERZ PIL ITALIANO FERIVA DA ESPORTAZIONI"

(2023-10-20)

Si è tenuta a Valencia, sotto la presidenza spagnola, la riunione ministeriale informale del Commercio. Per l'Italia ha partecipato  il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Maria Tripodi.  In agenda il ruolo del commercio nella sicurezza economica della UE, il negoziato di libero scambio tra UE e India, nonché una panoramica degli accordi commerciali tecnicamente conclusi dall’Unione Europea e in attesa di essere approvati, con particolare attenzione all'America Latina, con l'obiettivo di diversificare le catene produttive e preservare l'influenza dell'UE nella regione

I ministri hanno discusso come il commercio contribuisca alla sicurezza economica dell’UE sulla base del fatto che le nuove realtà geopolitiche e tecnologiche – come la guerra in Ucraina, la recente pandemia e le nuove tecnologie critiche – rendano, quindi,  necessario adattare l’iniziativa  per ridurre al minimo i rischi derivanti dalle interdipendenze economiche, sulla base  della comunicazione congiunta sulla nuova strategia europea di sicurezza economica della Commissione europea e dell'Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza.

L’obiettivo è quello di porre maggiore enfasi sulla necessità di ridurre la dipendenza economica da alcuni paesi, di aprire i mercati per i prodotti dell’UE, di riformare i controlli sulle esportazioni e gli investimenti in entrata e in uscita e di contribuire all’attuazione degli standard europei – tecnici, lavorativi, ambientali, ecc. - attraverso accordi commerciali con paesi terzi.
Ciò deve avvenire senza perdere di vista l’analisi delle tecnologie critiche, come l’intelligenza artificiale, l’informatica e la biotecno-logia, in un momento in cui i rischi ad esse associati sono in rapida evoluzione e si fondono con le preoccupazioni per la sicurezza nazionale,  evitando al contempo il rischio di entrare in una dinamica di restrizioni commerciali reciproche tra l'UE e i partner terzi in modo da ridurre al minimo i pericoli.

In merito, fa presente la Farnesina, "il Sottosegretario agli Esteri Tripodi ha indicato come, per l’Italia, sicurezza economica voglia dire promuovere la diversificazione di approvvigionamenti ed esportazioni. Allo stesso tempo, ridurre le dipendenze per diminuire i rischi, assicurare il “Level Playing Field” e contrastare la coercizione economica.

Passando al secondo punto in agenda: il negoziato con l’India, uno dei mercati più grandi del mondo e un partner strategico, perché nell'attuale contesto geopolitico l'UE ritiene che dovrebbe mirare ad aumentare la propria partecipazione all'economia globale a tutti i livelli. L'accordo cercherà di includere accordi separati sulla protezione degli investimenti e sulle indicazioni geografiche.

Da parte dell'Italia, Tripodi ha rimarcato "come Delhi resti un partner importante, per l’UE e per l’Italia, soprattutto nell’attuale contesto geopolitico". Tuttavia, "nonostante la recente accelerazione a livello negoziale, la conclusione dei tre accordi oggetto delle trattative in corso (di Libero Scambio, Protezione Investimenti e Indicazioni Geografiche) richiede ancora maggiore impegno e flessibilità da ambo le parti. Pertanto, ipotizzare la chiusura dell’accordo entro la fine del 2023 appare, ad oggi, un obiettivo forse troppo ambizioso".

Quanto all'accelerazione degli accordi commerciali ancora in sospeso, come l'accordo UE-Mercosur, e la modernizzazione degli accordi di libero scambio con Messico e Cile, i ministri  hanno esaminato lo stato di avanzamento dei negoziati commerciali bilaterali in corso tra l'UE e altri paesi e regioni, nonché i progressi verso l'attuazione degli accordi già negoziati, con particolare attenzione a quelli nella regione dell'America Latina con l'obiettivo di consentire la firma e la ratifica di accordi di lunga data quanto prima possibile.

Nell’accordo con il Mercosur è sul tavolo un negoziato espressamente incentrato su commercio e sviluppo sostenibile, e su alcune priorità evidenziate dalla recente pandemia, come gli appalti pubblici di attrezzature sanitarie.
La presidenza spagnola spera che l'accordo modernizzato con il Cile possa essere firmato durante questo semestre, anche se i negoziati con il Messico potrebbero richiedere più tempo.
L’America Latina è un partner essenziale e affidabile per l’UE , motivo per cui è prioritario concludere accordi commerciali con questa regione per aumentare la diversificazione e la resilienza delle catene di produzione.

In merito a tali accordi commerciali - tecnicamente già conclusi o in corso di negoziazione- il Sottosegretario agli Esteri italiano, Maria Tripodi, ha espresso "la tradizionale posizione dell’Italia favorevole all’ampliamento della rete di accordi dell’UE, in linea con la proiezione internazionale del nostro sistema produttivo. Un terzo del PIL nazionale deriva, infatti, dalle nostre esportazioni. La diversificazione delle catene di fornitura e dei mercati di sbocco per l’export, in particolare in America Latina (con Cile, Messico e Mercosur), appare, quindi, una priorità" anche per il nostro Paese. (20/10/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07