Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 4 marzo 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - EUROPA/MESSICO - "ITALIA OSPITE D'ONORE" ALLA FIERA DEL LIBRO DI GUADALAJARA NEL PROGRAMMA DELL'UNIONE EUROPEA

(2023-11-22)

Messico chiama Europa: da sabato 25 novembre a domenica 3 dicembre, l’Unione Europea è Ospite d’Onore alla 37° edizione della Fiera del Libro di Guadalajara, il più importante appuntamento culturale dell’America Latina e principale evento editoriale in lingua spagnola. In questo contesto, la delegazione italiana sarà rappresentata da autori, illustratori, artisti, musicisti ed esperti di settore che attraverso incontri, dialoghi, panel a più voci, proiezioni e spettacoli porteranno una ventata di Italia tra gli oltre 26 mila metri quadrati dell’Expo Guadalajara, vivacizzando il Forum Padiglione Italia e lo spazio professionale riservato agli incontri tra gli addetti ai lavori.

Dopo aver partecipato in qualità di Ospite d’Onore nel 2008, l’Italia - la cui presenza è resa possibile grazie al sostegno delle istituzioni italiane (il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con l’Ambasciata d'Italia a Città del Messico, l’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e all’internazionalizzazione delle imprese italiane, l’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, il Ministero della Cultura e il Centro per il libro e la lettura che promuove il programma editoriale) e alla collaborazione dell’AIE - Associazione Italiana Editori che si avvale dell’agenzia Ex Libris - torna alla Fiera del Libro di Guadalajara inserendosi perfettamente nella cornice europea che caratterizza questa edizione e offrendo una panoramica di eccellenze e talenti a ogni livello: professionale, artistico, letterario.

Una delle voci più potenti e autorevoli del panorama culturale del nostro Paese, protagonista dell’apertura del Salone letterario Carlos Fuentes insieme a Guadalupe Nettel, tra le scrittrici di punta dell’editoria messicana (domenica 26 ore 12.30, Auditorium Juan Rulfo), Dacia Maraini è anche la prima ospite a incontrare il pubblico dell’area “Forum” Padiglione Italia.
Moderata da Gianni Vinciguerra (Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico), domenica 26 alle 17.30 rifletterà sulle possibilità di un’Europa felice, passando dal ruolo di scrittori e intellettuali alla necessità di una rinnovata partecipazione giovanile alla “cosa pubblica”. A quarant’anni dalla prima traduzione in lingua spagnola di una sua opera (Los años turbios, Seix Barral), la romanziera, poetessa, saggista e drammaturga, ora in libreria con i recenti In nome di Ipazia (Solferino, 2023) e Vita mia (Rizzoli, 2023), prosegue il dialogo mai interrotto con il mondo ispanofono partecipando anche alla presentazione di Sguardo al Nuovo Mondo (Marlin, 2023), raccolta di articoli, reportage e ricordi della propria esperienza nel continente americano, nel quale è tornata più volte e da cui è rimasta profondamente affascinata (lunedì 27, ore 17, presentata da Guadalupe Alonso, Padiglione UE).

Parla di e all’America anche il secondo protagonista che l’Italia schiera nel palmarès di autori parte del programma letterario dell’Unione Europea Ospite d’Onore a Guadalajara: Gian Marco Griffi, nome dietro a uno dei più sorprendenti fenomeni editoriali italiani dell’anno, che guida i lettori d’oltreoceano alla scoperta delle sue Ferrovie del Messico (Laurana Editore, 2022), dal titolo del suo primo romanzo vincitore di importanti riconoscimenti e candidato nella dozzina del Premio Strega (lunedì 27 ore 17, area ”Forum” Padiglione Italia, moderato da Claudia Marcucetti, riconosciuta scrittrice e giornalista italo-messicana). Calendario fitto anche il suo: la domenica precedente e il mercoledì successivo al giorno del suo incontro, l’autore prenderà parte a due panel. Il primo, insieme a colleghi Joana Estrela, illustratrice portoghese, María Dueñas, scrittrice spagnola e Frank Westerman, scrittore e giornalista olandese, per riflettere sul carattere interdisciplinare della narrativa (ore 15, moderati da Jorge Alberto Pérez, Padiglione UE); il secondo, insieme alle autrici Nina Yargekov, franco-ungherese, e Yara Nakahanda Monteiro, luso-angolana, con cui valicherà idealmente i confini di una “letteratura senza frontiere” (ore 17, moderati da Julián Herbert, Salone 1).

Martedì 28 è invece il giorno in cui Guadalajara si tinge di giallo, il “colore tutelare” del genere di riferimento di Giorgio Ballario, terza voce del programma italiano. Le atmosfere esotiche dell’Africa Orientale e di Buenos-Aires, teatro delle indagini del maggiore Aldo Morosini e del detective Hector Perazzo, accompagnano l’autore e giornalista sabaudo nel racconto del lungo viaggio del thriller Made in Italy attraverso i propri romanzi. Da Morire è un attimo (Edizioni Angolo Manzoni, 2008) a Il prezzo dell’onore (Edizioni del Capricorno, 2022), da Il volo della cicala (Edizioni Angolo Manzoni, 2010) a Il tango dei morti senza nome (Edizioni del Capricorno, 2022) passando per i racconti, i saggi, l’attività di direttore artistico e quella di docente della scuola di noir “Distretto 011”, un’occasione per scoprire affinità, influenze e differenze tra la letteratura di genere italiana e sudamericana (ore 17, area ”Forum” Padiglione Italia, moderato da Claudia Marcucetti). Per continuare ad approfondire, mercoledì 29 l’autore interverrà anche durante l’incontro dedicato al noir europeo in programma alle ore 18, accompagnato dallo scrittore cipriota Stavros Christodoulou (Padiglione UE).

IL MONDO DELL’ILLUSTRAZIONE

Tre gli appuntamenti che l’Italia dedica al dietro le quinte del mondo dell’illustrazione, organizzati in collaborazione con Bologna Children’s Book Fair e Mimaster Illustrazione. Sempre nell’area “Forum” Padiglione Italia, si potrà scoprire Che cosa ci vuole… per fare un libro per ragazzi grazie alla preziosa testimonianza di Simona Casonato, redattrice responsabile dei titoli di narrativa per giovani adulti, e della coppia di illustratori formata da Maria Sole Macchia e Andrea Antinori (lunedì 27, ore 16), ma anche chiedersi - trovando risposta - Che cosa ci vuole… per fare un magazine illustrato ascoltando Stefano Cipolla, graphic designer e giornalista professionista, e Ivan Canu, illustratore, critico e scrittore, durante il dialogo realizzato con anche la collaborazione di BolognaBookPlus (martedì 28, ore 15). Un viaggio tra parole e immagini che termina mercoledì 29 con il racconto del percorso che dall’intuizione di un pieghevole illustrato ha portato alla nascita della “casa” degli illustratori e delle illustratrici di tutto il mondo, “The Illustrator Survival Corner”. Insieme a Ivan Canu, a presentare la nuova area ufficiale della Bologna Children’s Book Fair saranno la direttrice Elena Pasoli, a capo della Business Unit Cultura di BolognaFiere e membro del Comitato esecutivo di Ibby - International Board on Books for Young People e Giacomo Benelli, esperto di progettazione culturale, comunicazione e mostre e tra i fondatori Mimaster Illustrazione di cui oggi cura il coordinamento didattico e le relazioni esterne (ore 16).

MOSTRE, PROIEZIONI, SPETTACOLI

Un caleidoscopio di arti. L’Italia in Messico propone incursioni nel mondo del cinema, della musica e delle arti visive che oltrepassano i confini fisici dell’Expo Guadalajara per perdersi tra vie, piazze e strade della città. Tra i principali appuntamenti “itineranti”, l’inaugurazione della mostra immersiva Mosaico al Museo Cabañas, alla presenza anche dell’Ambasciatore Luigi De Chiara, del curatore della partecipazione dell’Unione Europea Patricio Jeretic, della direttrice del museo Susana Chavez Brandon (giovedì 23, ore 19). Mosaico è una mostra multimediale, inedita e itinerante che arriva a Guadalajara, nel prestigioso Museo Cabañas, per raccontare l'Italia attraverso le preziose testimonianze del suo patrimonio culturale. Prodotta dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, e promossa dall'Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, Mosaico racconta e mette in mostra alcuni dei più importanti tesori del patrimonio musivo italiano attraverso contenuti audiovisivi inediti, riprese subacquee e da drone, materiali d'archivio, animazioni grafiche e una colonna sonora appositamente composta per l’occasione. Un viaggio di 2000 anni da nord a sud della penisola, che unisce Roma, Pompei, Aquileia, Ravenna, Palermo, Monreale, Piazza Armerina e la città sommersa di Baia in un suggestivo percorso esperienziale ed emozionale, svelando la storia, le rappresentazioni, i materiali e i gesti che contraddistinguono alcune delle opere più iconiche dell'universo musivo.

Si svolgono invece all’interno del Forum FIL due appuntamenti il cui comune denominatore è la musica come strumento di unione. Sabato 25 alle 21 va in scena il concerto offerto dall’European Union Youth Orchestra, nelle cui file spiccano 8 giovani musicisti italiani, sostenuti dall’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, mentre il giorno successivo, domenica 26 sempre alle 21, lo spettacolo Fiesta Adriatico Balcanica, diretto dalla cantante Enza Pagliara e propiziato sempre dall’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, porterà sul palco della FIL uno straordinario repertorio di canzoni, musica e danze della tradizione folklorica del sud Italia e di Grecia, Romania, Croazia e Bulgaria interpretata da artisti italiani, greci e albanesi.

In questo contesto, non poteva mancare il cinema. Dal 27 novembre al 2 dicembre avrà luogo il festival del cinema europeo, nel cui ambito si svolgeranno tre serate dedicate all’Italia: si parte lunedì 27 alle 19.15 con la proiezione del film Medea di Pier Paolo Pasolini presso la Sala Cineforo della Cineteca FICG dell’Universidad de Guadalajara, cui seguirà alle 21.30 un incontro con Dacia Maraini, grande amica del regista, poeta e intellettuale italiano, di cui offre un ritratto intimo e toccante nel memoir Caro Pier Paolo (Neri Pozza, 2022). Il pubblico della FIL potrà apprezzare anche due altri film italiani che traggono ispirazione dalla letteratura: Le otto montagne, per la regia di Charlotte Vandermeersch y Felix van Groeningen, ispirato all’omonimo romanzo di Paolo Cognetti e vincitore del premio Strega (venerdì 24, ore 20), e Martin Eden, di Pietro Marcello, tratto dal romanzo di Jack London, in cui spicca la grande prova di recitazione dell’attore protagonista Filippo Timi (sabato 25 ore 17.45).

IL PADIGLIONE ITALIA

Il Padiglione Italia realizzato da ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane avrà a disposizione una superficie di 174 mq. Il Padiglione sarà allestito con l’area “Forum”, sede degli incontri con autori e illustratori e uno “spazio espositivo professionale”, riservato all'incontro tra gli editori e gli operatori professionali. Gli editori italiani presenti nello spazio B2B sono: Acoma Book- Silvia VASSENA @ MILANO Scouting & Consulting, Daco, Edizioni Centro Studio Erickson, Eli Publishing Group, Ischire, Lo Scarabeo. White Star.

Per l’occasione sono state realizzate due pubblicazioni in spagnolo: il programma delle attività italiane con l’elenco delle case editrici che partecipano all’iniziativa e il rapporto dell’editoria italiana a cura dell’Ufficio Studi AIE rivolto agli operatori professionali della fiera. (22/11/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07