Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 22 luglio 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PENSIONATI ITALIANI NEL MONDO - PENSIONI UE: NEL 20021 12,9% PIL (882 MILIARDI DI EURO) IN TUTTI I PAESI UE E NE BENEFICIAVA IL 27,2% POPOLAZIONE, MA RISULTAVA VARIABILE NEI PAESI. IN ITALIA 16,3%

(2024-06-11)

Nel 2021, circa 882 miliardi di euro sono stati spesi per le pensioni in tutti i paesi dell'UE, o il 12,9% del prodotto interno lordo totale (PIL). Sebbene la spesa pensionistica totale sia aumentata del 2,8% rispetto al 2020, il suo rapporto tra PIL era inferiore di 0,7 punti percentuali rispetto al 2020 quando si attestava al 13,6%.

L'importanza relativa della spesa per le pensioni variava considerevolmente tra i paesi dell'UE nel 2021. Questo rapporto ha raggiunto il picco in Grecia al 16,4% del PIL, seguito da Italia (16,3%), Austria (15,0%) e Francia (14,9%).

All'altra estremità della gamma, i rapporti più bassi sono stati osservati in Irlanda (4,5% del PIL), Malta (6,4%), Ungheria (7,0%) e Lituania (7,1%).

Nel 2021, il 27,2% della popolazione dell'UE era beneficiaria di pensioni. Quando si esaminano le diverse categorie di pensioni, le pensioni relative alla vecchiaia erano di gran lunga la categoria più grande nell'UE, rappresentando il 79,9% di tutte le spese pensionistiche e l'80,3% dei beneficiari.

Le pensioni dei superstiti erano la seconda categoria più grande, rappresentando il 12,0% della spesa e il 21,3% dei beneficiari, seguite dalle pensioni di invalidità (7,9% della spesa e 12,2% dei beneficiari) e dalle pensioni di disoccupazione (0,2% della spesa e 0,1% dei beneficiari). (11/06/2024-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07