Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 22 luglio 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PENSIONATI ITALIANI NEL MONDO - ISRAELE - AVVIO CAMPAGNA VERIFICA ACCERTAMENTO IN VITA -

(2024-06-10)

  Parte una nuova campagna di accertamento dell’esistenza in vita per i beneficiari di pensioni e assegni vitalizi erogati dal Dipartimento dell’Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi del Ministero delle Economie e delle Finanze (MEF). A partire dai prossimi giorni, quest’Ambasciata invierà a tutti i pensionati beneficiari di pensioni di guerra o assegni vitalizi di benemerenza i moduli per le attestazioni dell’esistenza in vita. I moduli saranno precompilati con i dati anagrafici e le partite pensionistiche dei beneficiari e andranno restituiti entro il 15 luglio 2024.

Dal 20 giugno 2024, chi non avesse ricevuto il modulo potrà richiederlo all’Ambasciata, anche per il tramite della rete consolare o del COMITES, al seguente indirizzo email: consolato.telaviv@esteri.it.

Non si accetteranno moduli vecchi o diversi da quelli inoltrati a mezzo posta elettronica.

MODALITÀ DI PRODUZIONE DELLA PROVA DELL’ESISTENZA IN VITA

I pensionati dovranno far pervenire il modulo di attestazione dell’esistenza in vita, correttamente compilato, datato, firmato e corredato dalla copia di un documento di identità con foto e in corso di validità, tramite consegna a mano, per posta, fax o email.

Il modulo dovrà essere restituito controfirmato e timbrato da un “testimone accettabile, ovvero:

– un rappresentante della Cancelleria Consolare dell’Ambasciata di Tel Aviv (in caso di consegna di persona);

– un Console Onorario (per la circoscrizione di Haifa – contatti disponibili all’indirizzo La Rete Consolare – Ambasciata d’Italia Tel Aviv (esteri.it));

– un’Autorità locale israeliana abilitata ad avallare la sottoscrizione dell’attestazione di esistenza in vita (per Israele: notaio, giudice, avvocato, funzionario comunale/statale abilitato a dichiarare l’esistenza in vita di una persona).

In caso di comprovata impossibilità a recarsi in Ambasciata, da un Console Onorario o un’Autorità locale, si potrà procedere tramite videochiamata con un addetto del Consolato. Quest’Ambasciata, infatti, offre ai pensionati impossibilitati a recarsi presso un testimone accettabile la possibilità di effettuare il processo di verifica dell’esistenza in vita anche da remoto nel seguente modo:

il pensionato che riceve il modulo standard di attestazione dell’esistenza in vita, dovrà compilarlo aggiungendo, oltre alla propria firma autografa e alla data di sottoscrizione, anche il proprio recapito telefonico e, se in possesso, l’indirizzo e-mail nonché la dichiarazione che intende effettuare una videochiamata;
a seguito dell’inoltro, da parte del pensionato, di una copia digitale del suddetto modulo all’indirizzo consolato.telaviv@esteri.it o via fax al 03-5161792, con copia di un documento di identità, il pensionato che intende fare una videochiamata (ad esempio Skype, Zoom, Microsoft Teams, Webex, Whatsapp), dal 10 luglio 2024, riceverà il numero telefonico da videochiamare per terminare la certificazione dell’esistenza in vita (dal lunedì al giovedì 09.30-11.30 e il venerdì dalle 10.00 alle 12.00);
l’ufficio consolare accerta per diretta visione l’esistenza in vita del pensionato ed esegue il controllo dell’identità del soggetto, verificando i dati annotati in un valido documento d’identità in originale che il pensionato sarà tenuto ad esibire;
Si ricorda che la firma deve essere apposta dal pensionato e deve corrispondere a quella presente sul documento di identità.

Procedure alternative ed eccezionali di attestazione dell’esistenza in vita

Nel caso in cui il pensionato si trovi in stato di infermità fisica o mentale, o si tratti di pensionati che risiedono in istituti di riposo o sanitari, pubblici o privati, o di pensionati affetti da patologie che ne impediscano gli spostamenti o di soggetti incapaci o reclusi in istituti di detenzione, è necessario contattare l’Ambasciata, anche per il tramite della rete consolare o del COMITES, che renderà disponibile il modulo alternativo di certificazione di esistenza in vita.

Il modulo dovrà essere compilato e sottoscritto da:

Soggetto attestante Documentazione supplementare da allegare al modulo
Un funzionario dell’ente pubblico o privato in cui risiede il pensionato Una dichiarazione recente su carta intestata dell’ente che conferma, sotto la propria responsabilità, che il pensionato risieda nell’istituzione e sia in vita.

Il medico responsabile delle cure del Pensionato

Una dichiarazione recente su carta intestata del medico che conferma, sotto la propria responsabilità, che il pensionato sia in vita e impossibilitato a seguire la procedura standard.
Il procuratore o il tutore legale del Pensionato
Una copia autenticata dell’atto di conferimento della tutela o della procura, di data recente, debitamente timbrata, o la sentenza di nomina del tribunale

Si ricorda che la non presentazione della certificazione di esistenza in vita comporterà l’interruzione dell’erogazione della pensione o dell’assegno vitalizio.

Infine, si segnala che, nel periodo 17 giugno 2024 – 25 luglio 2024, lo sportello consolare dell’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv è aperto il martedì e il giovedì senza appuntamento, ai soli fini dell’ottenimento del Certificato di Esistenza in Vita, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 15.00. (10/06/2024-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07