Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 25 giugno 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI, ITALIANI ALLL'ESTERO - PRIME RISPOSTE COMMISSIONE UE ALLE PROPOSTE DELLA CONFERENZA SUL FUTURO DELL'EUROPA

(2022-06-17)

Oggi la Commissione europea ha adottato una comunicazione nella quale illustra in che modo può dare seguito ai risultati della Conferenza sul futuro dell'Europa.

Dopo un anno di dibattiti la Conferenza si è conclusa il 9 maggio 2022. Durante la cerimonia di chiusura, tenutasi a Strasburgo, la Presidente del Parlamento europeo, il Presidente del Consiglio e la Presidente della Commissione hanno ricevuto dai partecipanti una relazione finale contenente 49 proposte ambiziose, lungimiranti e di ampia portata e 326 singole misure.

Le proposte, incentrate su nove macrotematiche, si basavano sulle raccomandazioni formulate dai cittadini che si sono incontrati nell'ambito dei panel europei e nazionali e con le loro idee hanno apportato un contributo attraverso la piattaforma digitale multilingue.

Sebbene la Conferenza abbia prodotto buoni risultati in termini di quantità e qualità delle proposte, in ultima analisi il suo successo dipenderà dai cambiamenti che riuscirà ad avviare. In quest'ottica la Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio si sono impegnati, nella dichiarazione comune del marzo 2021, a dare seguito alle proposte, ciascuno nell'ambito delle proprie competenze e conformemente ai trattati. La Presidente von der Leyen ha ribadito questo impegno durante la cerimonia di chiusura della Conferenza.

La comunicazione odierna rappresenta il primo passo in questa direzione. Contiene una valutazione delle azioni necessarie per concretizzare le proposte della Conferenza, presenta una panoramica delle prossime tappe e illustra come trarre i massimi insegnamenti dalla Conferenza e integrare la democrazia partecipativa nelle politiche e nel processo legislativo dell'UE. Per esempio, partendo dal successo che hanno avuto durante la Conferenza, la Commissione darà ai panel europei di cittadini la facoltà di deliberare e formulare raccomandazioni prima di alcune proposte chiave, nell'ambito della sua generale definizione delle politiche e in linea con i principi per legiferare meglio.

La Presidente Ursula von der Leyen ha dichiarato: "I cittadini europei ci hanno fornito moltissimi spunti interessanti per riformare la nostra Unione: 49 proposte dettagliate e più di 300 misure che hanno conseguenze positive sulla vita quotidiana e consentono di costruire un futuro migliore. Abbiamo promesso di dare seguito a queste proposte. La comunicazione odierna rappresenta il primo passo in questa direzione. Sosterrò sempre coloro che desiderano migliorare la nostra Unione."

Analisi delle proposte e prossime tappe

Affinché la valutazione delle proposte sia credibile, la Commissione ritiene fondamentale attenersi allo spirito e alla lettera di quanto proposto, senza reinterpretazioni o selezioni, come indicato nell'allegato della comunicazione. Le 49 proposte sono raggruppate nelle stesse aree tematiche scelte dalla Conferenza e per ciascuna tematica è riportata la valutazione della Commissione.

L'allegato definisce quattro categorie di risposte: iniziative già in atto che rispondono alle proposte (per esempio la normativa europea sul clima); iniziative proposte dalla Commissione europea per le quali viene richiesta l'adozione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio (per esempio il nuovo patto sulla migrazione); azioni previste che daranno seguito alle idee sulla base di nuove riflessioni scaturite dalla Conferenza (per esempio la normativa per la libertà dei media); nuove iniziative o settori di intervento ispirati alle proposte e che rientrano nelle competenze della Commissione (per esempio questioni relative alla salute mentale).

La Presidente von der Leyen annuncerà la prima serie di proposte nel discorso sullo Stato dell'Unione a settembre 2022 e nella relativa lettera di intenti. Tali proposte saranno incluse nel programma di lavoro della Commissione per il 2023 e in quelli successivi. Nel darvi seguito la Commissione si assicurerà che le nuove riforme e politiche non escludano i dibattiti sulla necessità di modificare i trattati (e viceversa), nell'intento di sfruttare al meglio le possibilità attuali rimanendo comunque aperta a una modifica dei trattati se si rivelasse necessaria.

Nell'autunno 2022 sarà organizzato un evento di feedback per tener vivo lo slancio della Conferenza e aggiornare i cittadini che vi hanno partecipato. Sarà un'occasione per comunicare e spiegare in che modo le tre istituzioni stanno realizzando le proposte e per fare il punto sui progressi compiuti fino a quel momento.

La Vicepresidente Dubravka Šuica ha, da parte sua, dichiarato: "Il successo della Conferenza sul futuro dell'Europa è il risultato della dedizione, dell'impegno e della serietà di tutti i cittadini coinvolti. Hanno tracciato la loro visione del futuro e ci hanno affidato il compito di farla diventare realtà."

Il Vicepresidente Maroš Šef?ovi? : "Persone provenienti da tutta l'Europa hanno profuso notevoli energie e sforzi per concordare queste 49 proposte. Ho potuto constatarlo di persona, in particolare nel settore della salute. Ora spetta alle istituzioni europee eguagliare tale sforzo nel rispondere alle loro richieste. Inserendo i risultati della Conferenza nel programma di lavoro della Commissione per il 2023 possiamo dimostrare ai cittadini che non abbiamo solo ascoltato le loro parole, ma che stiamo dando seguito alle loro proposte."
 
La Vicepresidente V?ra Jourová ha dichiarato: "La Conferenza sul futuro dell'Europa ha aperto un ciclo di ascolto più attento della popolazione europea. Ora dobbiamo produrre risultati tangibili. La comunicazione odierna è il primo passo per realizzare le proposte e dare seguito in modo concreto alle raccomandazioni dei cittadini." (17/06/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07