Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 1 dicembre 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMMIGRAZIONE - INFORMATIVA FLUSSI MIGRATORI MIN.INTERNO IN SENATO: INTERVENTI DAI BANCHI OPPOSIZIONE E MAGGIORANZA

(2022-11-16)

  A seguire l'informativa del Ministro dell'Interno Matteo Piantedosi in Senati dai banche dell'opposizione e della maggioranza si sono sviluppati una serie di interventi, di cui proponiamo un'estrema sintesi.

Dai banchi dell'opposizione, il sen. De Cristofaro (Misto) " ha sottolineato che i requisiti dello sbarco sono stabiliti dalla convenzione di Ginevra, la quale non ammette respingimenti; ha quindi accusato il Governo di violare le norme internazionali e di voler condurre una guerra contro le navi delle ong, che sono presenti nel Mediterraneo dopo la chiusura dell'operazione Mare nostrum."

Secondo il sen. Calenda (A-IV) "il Governo confonde le priorità del Paese: i recenti interventi hanno compromesso i rapporti con la Francia, l'Italia avrà minor sostegno a livello europeo rispetto alla revisione del Patto di stabilità e all'attuazione del PNRR."

La sen. Unterberger (Aut) ha affermato che "l'Italia non è il Paese europeo con il maggior numero di rifugiati e di richiedenti asilo: la politica dell'immigrazione del Governo è miope e indebolisce le richieste a livello europeo su Patto di stabilità e attuazione del PNRR".

La sen. Floridia (M5S) ha richiamato l'operato del Governo Conte "che seppe affrontare la questione a livello europeo".

Il sen. Nicita (PD) ha "accusato il Governo di mancato rispetto della dignità umana dei migranti a bordo delle navi e ha sottolineato che la solidarietà rispetto alla gestione dei flussi non verrà dagli Stati sovranità".

Dai banchi della maggioranza, la sen. Petrenga (Cd'I-NM) ha "insistito sulla distinzione tra l'obbligo di soccorso in mare e una politica di ingressi indiscriminati";

il sen. Gasparri (FI-BP) ha "elogiato l'approccio realistico, saggio e pragmatico del Ministro dell'interno";

il sen. Romeo (LSP) ha "richiamato i dati Frontex: la presenza nel Mediterraneo di navi ong - sovvenzionate da multinazionali interessate a manodopera a basso costo - incoraggia le partenze illegali; l'attuale meccanismo europeo va cambiato perché scarica sull'Italia il peso dei migranti economici".

Il sen. Balboni (FdI) ha "posto l'accento sulla discontinuità rispetto all'operato del precedente Ministro dell'interno; richiamando la distinzione tra naufragio e traghettamento, ha quindi evidenziato il ruolo delle ong nella filiera dell'immigrazione e la mancata assunzione di responsabilità degli Stati di cui le navi battono bandiera." (16/11/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07