Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 1 dicembre 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMMIGRAZIONE - EUROPA - COMMISSIONE PRESENTA PIANO D'AZIONE MEDITERRANEO CENTRALE: 20 MISURE OPERATIVE PROBLEMI IMMEDIATI IN ATTESA RIFORMA IN MATERIA DI ASILO E MIGRAZIONE

(2022-11-21)

In vista del Consiglio straordinario "Giustizia e affari interni" del 25 novembre 2022, richiesto dalla presidenza ceca a motivo dell'incremento degli arrivi, aumentati di oltre il 50% rispetto ai dati 202. Considerato che si tratta di un viaggio che  mette a rischio la vita delle persone e di operazioni di ricerca e soccorso in mare,  la Commissione ha presentato un piano d'azione dell'UE per il Mediterraneo centrale.

Pur sottolineando che sarà possibile trovare soluzioni strutturali solo attraverso un accordo sull'intero pacchetto di riforme in materia di asilo e migrazione attualmente in fase di negoziazione, la Commissione propone una serie di misure operative per porre rimedio ai problemi attuali immediati riguardanti la rotta migratoria del Mediterraneo Centrale.

Il piano d'azione propone una serie di 20 misure , articolate intorno a tre pilastri, che saranno attuate dall'UE e dai suoi Stati membri. Tali misure mirano a ridurre la migrazione irregolare intrapresa in condizioni di insicurezza, fornire soluzioni ai problemi emergenti riguardanti le attività di ricerca e soccorso e rafforzare la solidarietà riequilibrando la responsabilità tra gli Stati membri. Il piano d'azione completo è disponibile qui .

Primo pilastro: collaborare con i paesi partner e le organizzazioni internazionali

Rafforzare la cooperazione con i paesi partner e le organizzazioni internazionali è fondamentale per affrontare le sfide migratorie. L'UE rafforzerà la capacità di Tunisia, Egitto e Libia di garantire una migliore gestione delle frontiere e della migrazione. Rafforzerà la lotta al traffico di migranti e rinsalderà l'impegno diplomatico sui rimpatri, sviluppando nel contempo i percorsi legali verso il suo territorio. Per coordinare tali azioni e massimizzarne l'impatto, l'UE farà miglior uso delle sue strutture di coordinamento e avvierà un'iniziativa specifica Team Europa per il Mediterraneo centrale entro la fine di quest'anno.

Secondo pilastro: promuovere una strategia più coordinata in materia di ricerca e soccorso

Il piano d'azione propone misure volte a rafforzare la cooperazione tra gli Stati membri e tutti gli attori coinvolti in attività di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale, avvalendosi del gruppo di contatto europeo per la ricerca e il soccorso annunciato nell'ambito del nuovo patto sulla migrazione e l'asilo. Insieme agli Stati membri interessati, Frontex effettuerà una valutazione della situazione nel Mediterraneo centrale. Sarà garantito un più stretto coordinamento con l'UNHCR e l'OIM. Dovrebbero inoltre essere promosse discussioni in seno all'Organizzazione marittima internazionale sulla necessità di un quadro ad hoc e di linee guida specifiche per le navi, con particolare riferimento alle attività di ricerca e soccorso.

Terzo pilastro: rafforzare l'attuazione del meccanismo volontario di solidarietà e della tabella di marcia comune

La dichiarazione di solidarietà approvata il 22 giugno 2022 prevede un meccanismo volontario e temporaneo della durata di un anno, in attesa del futuro sistema permanente previsto dal patto sulla migrazione e l'asilo. Il piano d'azione propone di accelerare l'attuazione del meccanismo, anche per fornire un rapido sostegno agli Stati membri di primo approdo, aumentando la flessibilità, semplificando le procedure e finanziando misure di solidarietà alternative.

La Commissione presenterà ora  il piano d'azione al Consiglio in vista del Consiglio straordinario "Giustizia e affari interni" del 25 novembre. L'UE continuerà a seguire con attenzione l'evoluzione della situazione lungo altre importanti rotte migratorie verso l'Europa, tra cui la rotta Turchia/Mediterraneo orientale, la rotta Mediterraneo occidentale/Atlantico e la rotta dei Balcani occidentali. A questo riguardo, il piano d'azione potrà fungere da modello per elaborare piani analoghi che affrontino le specificità delle altre rotte migratorie.(21/11/2022-ITL/ITNET)


Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07