Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 2 febbraio 2023 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - FRONTALIERI ITALIANI IN SVIZZERA - IN DIRITTURA D'ARRIVO IN SENATO RATIFICA ACCORDO ITALO/SVIZZERO TASSAZIONE LAVORATORI ITALIANI.

(2023-01-23)

In dirittura d'arrivo la ratifica del Nuovo Accordo Italia /Svizzera sulla tassazione dei lavoratori frontalieri, dopo l'approvazione delle Commissioni Esteri e Finanze in seduta congiunta, l'accordo è passato alla competenze dell'Aula.
Dopo quasi 50 anni dalla firma del primo accordo si è giunti d affrontare  nuove più' contingenti questioni. Il testo del provvedimento dovrà ritornare alla Camera.

Per l'on. Alfieri primo firmatario del testo di ratifica  è un grande risultato.
Ma vediamo quali sono le peculiarità : grazie al mantenimento del sistema dei ristori i Comuni di confine potranno continuare ad erogare i servizi ai cittadini; sarà creato un fondo per progetti destinati ai territori di confine sia infrastrutturali che socioeconomici;. viene innalzata l’indennità di disoccupazione ai lavoratori frontalieri che perdono il posto di lavoro”.  Norme di salvaguardia importanti per i numerosi  italiani che lavorano in Svizzera pur risiedendo in Italia, poco meno di 90.000 nel 2021, ultimo censimento, di cui quasi 78.000 in Ticino. 
Ma, sempre con il nuovo accordo, la Confederazione tratterrà ai residenti nella fascia di confine l'80% dell'imposta alla fonte ordinaria prelevata sul reddito dei nuovi frontalieri (rispetto al 60% di oggi e del 70% previsto inizialmente nel progetto del 2015). Nuovi frontalieri che saranno tassati in via ordinaria anche in Italia.
Gli attuali frontalieri, per contro, manterranno in vigore regime fiscale fino al raggiungimento della pensione. La doppia imposizione verrà eliminata."

Mentre, alle persone che lavorano o hanno lavorato nei Cantoni Ticino, Grigioni e Vallese tra il 31 dicembre 2018 e la data di entrata in vigore del testo  si applica un regime transitorio: tassazione  esclusivamente in Svizzera, che verserà ai Comuni italiani di confine fino all'anno fiscale 2033 i ristori, ovvero una compensazione finanziaria pari al 40% dell'imposta alla fonte prelevata nella Confederazione.

**Quando si parla di nuovi frontalieri si intendono i lavoratori entrati nel mercato del lavoro transfrontaliero dopo l'entrata in vigore del nuovo Accordo.  (23/01/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07