Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 23 maggio 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DIRITTI CITTADINI - GIORNATA LIBERTA' DI STAMPA - L'ALTO RAPPRESENTANTE UE BORREL: PER LA UE SICUREZZA GIORNALISTI E' UNA PRIORITA'... CONTRIBUISCONO A COSTRUIRE UN FUTURO MIGLIORE."

(2022-05-02)

  In occasione della Giornata mondiale della libertà di stampa, giornalisti coraggiosi, troupe televisive, giornalisti, fotografi e blogger stanno rischiando la vita per tenerci informati sull'aggressione militare non provocata e ingiustificata della Russia contro l'Ucraina.

Le forze russe stanno trattenendo, rapendo o prendendo di mira giornalisti e soggetti della società civile per impedire al mondo di ascoltare la verità. Esortiamo vivamente la Federazione Russa a fermare immediatamente tali attacchi e pratiche. Secondo la piattaforma del Consiglio d'Europa per la protezione del giornalismo e la sicurezza dei giornalisti, già 10 operatori dei media ucraini e internazionali sono stati uccisi e molti altri sono rimasti feriti.

La sicurezza dei giornalisti è una priorità dell'UE. L'UE fornisce sostegno di emergenza ai media e ai giornalisti che si occupano della guerra in Ucraina, compreso il sostegno psicologico, caschi e altri dispositivi di protezione, nonché finanziamenti per coprire gli stipendi.

Riportando in prima linea e facendo luce sulle gravi violazioni dei diritti umani e del diritto internazionale umanitario commesse dalle forze armate russe, i giornalisti contribuiscono in modo importante a contrastare la disinformazione e la manipolazione delle informazioni che circondano l'invasione. Svolgono un ruolo cruciale nel garantire che queste atrocità non rimangano impunite. I responsabili saranno ritenuti responsabili delle loro azioni.

In Russia e Bielorussia, nonostante il rischio di pene detentive a lungo termine e arresti prolungati, coraggiosi media indipendenti e singoli giornalisti si sforzano di informare sulla guerra condotta dalla leadership russa contro l'Ucraina e sulle atrocità commesse contro il popolo ucraino.

Come loro, molti giornalisti e operatori dei media indipendenti e impegnati in tutto il mondo continuano a denunciare le ingiustizie nei loro paesi e contribuiscono a costruire un futuro migliore. Molti di loro nonostante le molestie quotidiane, la violenza e le intimidazioni, sia online che offline.

L'Unione Europea è con loro. La stampa libera consente una società più democratica, più forte e inclusiva ed è fondamentale per la protezione e la promozione dei diritti umani. Continueremo a lottare per la libertà di stampa e a non tirarci indietro. (02/05/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07