Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 29 settembre 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DIRITTI CITTADINI - INFORMAZIONE - "ECCO LE NOSTRE PROPOSTE" RISPONDE IL PD ALLE ISTANZE DEI GIORNALISTI ITALIANI

(2022-09-14)

"Nel programma del Partito democratico ci sono diverse proposte concrete che parlano del tema dell'informazione, a partire dal rilancio del ruolo del servizio pubblico radiotelevisivo, per arrivare a iniziative legislative sui temi dei discorsi d’odio, passando per la realizzazione di un Fondo per il pluralismo, informazione di qualità e contrasto alla disinformazione con cui finanziare peraltro giovani giornalisti e testate indipendenti o singoli progetti in tutti i mezzi trasmissivi".
Così in una nota il Partito democratico risponde all'allarme lanciato dalla Federazione nazionale della Stampa italiana sulla richiesta di maggiore impegno da parte della politica nei confronti dell'informazione (vedi:  http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=72029 )

"Condividiamo la preoccupazione dell'Fnsi - si legge nella nota - ma allo stesso tempo è giusto sottolineare come le proposte dem sul tema, su cui c'è grande attenzione, siano facilmente rintracciabili sul sito ufficiale del Partito democratico". "Nel dettaglio - conclude la nota - ecco le proposte sul tema contenute nel programma 'Insieme per un’Italia democratica e progressista':

- Definiremo concretamente nel prossimo Contratto di servizio RAI l’obbligo di contrastare la disinformazione da parte delle emittenti radio-televisive, in base a principio introdotto dall’art. 4 del nuovo Testo unico per i servizi media audiovisivi e radiofonici.

- Attribuiremo all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) una esplicita competenza su monitoraggio delle strategie di disinformazione nei media tradizionali e nelle piattaforme di videosharing, applicando da subito le metodologie del Codice di condotta europeo di autoregolazione e le prerogative introdotte dal Digital Services Act europeo.

- Promuoveremo iniziative legislative coerenti con le indicazioni provenienti dall’indagine conoscitiva conclusa dalla Commissione Segre sui temi dei discorsi d’odio (hate speech) verso gruppi target e minoranze.

- Realizzeremo un Fondo per il pluralismo, l’informazione di qualità e il contrasto alla disinformazione attraverso un prelievo alle grandi piattaforme digitali sui ricavi derivanti dalla pubblicità online raccolta in Italia o destinata agli utenti italiani. Il fondo finanzierà giovani giornalisti e testate indipendenti o singoli progetti in tutti i mezzi trasmissivi.

- Realizzeremo la Riforma della concessionaria del servizio pubblico radio-televisivo per assicurare piena autonomia, certezza e razionalizzazione delle risorse, qualità e internazionalizzazione delle produzioni, protagonismo nella trasformazione digitale.

- Avvieremo il percorso di riforma della legge 150/2000 sulla Comunicazione e l’informazione pubblica, alla luce dei processi di trasformazione digitale e della funzione dei social media, che richiedono nuove professionalità e modalità organizzative innovative". (14/09/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07