Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 2 febbraio 2023 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DIRITTI CITTADINI - EUROMED - DAL CESE: PARTI SOCIALI E ORGANIZZAZIONI SOCIETA' CIVILE ESSENZIALE COINVOLGIMENTO BUON FUNZIONAMENTO ECONOMIA E SOCIETA'

(2022-12-19)

Durante la sessione plenaria di dicembre del Comitato economico e sociale europeo (CESE) si è tenuto un dibattito sulla ricostruzione e la resilienza della regione euromediterranea a seguito della pandemia di COVID-19.

Le parti sociali e le organizzazioni della società civile devono essere sistematicamente coinvolte per garantire che il vicinato meridionale dell'Unione si riprenda completamente dalla crisi della COVID-19.

Si tratta del principale messaggio emerso dal dibattito sulla regione euromediterranea che si è tenuto nella sessione plenaria del CESE del 14 dicembre 2022.

Sottolineando il ruolo chiave svolto dalla cooperazione e dal dialogo regionali e, in particolare, dalla rete delle organizzazioni della società civile locale, la Presidente del Comitato Christa Schweng ha affermato che "l'Unione per il Mediterraneo e la sua assemblea parlamentare nonché la Fondazione Anna Lindh sono partner molto importanti per il CESE, oltre a essere anche dei pilastri fondamentali del partenariato euromediterraneo. Il memorandum d'intesa tra il CESE e la Fondazione Anna Lindh rappresenta un passo importante verso un ulteriore rafforzamento e approfondimento di questo partenariato."

Álvaro Albacete Perea, segretario generale aggiunto dell'Unione per il Mediterraneo, ha sottolineato l'importanza di rafforzare le relazioni tra l'Unione europea e la regione del Mediterraneo meridionale per accedere a un'ampia gamma di opportunità di crescita sostenibile e contribuire alla transizione energetica dell'UE.

Sulla stessa lunghezza d'onda, Josep Ferré, direttore esecutivo della Fondazione euromediterranea Anna Lindh per il dialogo tra le culture, ha fatto riferimento alle importanti sinergie che potrebbero essere sfruttate, sottolineando che è giunto il momento che l'UE consideri la migrazione come una risorsa e non come una minaccia.

Il notevole potenziale della digitalizzazione è fondamentale anche per il progresso economico e sociale in tutta la regione euromediterranea.

Il parere d'iniziativa sul tema Transizione digitale nella regione euromediterranea, elaborato da Dolores Sammut Bonnici e adottato in sessione plenaria, rileva che la transizione digitale è essenziale per uno sviluppo economico inclusivo e la creazione di posti di lavoro in tutta la regione euromediterranea. Esso evidenzia inoltre l'importanza di ridurre il divario digitale tra i singoli paesi, tra le zone urbane e rurali e tra le generazioni.

Secondo la relatrice Sammut Bonnici, lo sviluppo e la promozione delle competenze digitali sono una priorità assoluta per l'economia per il semplice fatto che l'alfabetizzazione digitale ha assunto un'importanza cruciale. È pertanto necessario continuare ad assicurare la formazione in ambito digitale a tutti i livelli di istruzione.
---------------------------------------------------------------

Il Comitato economico e sociale europeo (CESE) rappresenta le diverse componenti economiche e sociali della società civile organizzata. È un organo istituzionale consultivo, istituito dal Trattato di Roma del 1957. La funzione consultiva del Comitato permette ai suoi membri, e quindi alle organizzazioni che essi rappresentano, di partecipare al processo decisionale dell'Unione europea.(19/12/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07