Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 19 aprile 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PATRONATI ITALIANI NEL MONDO - RITARDI EROGAZIONE FINANZIAMENTI - INTERROGAZIONE ON. GRIBAUDO (PD) A MIN. LAVORO "SERVE CAMBIO DI PASSO. ORA APRA TAVOLO DI CONFRONTO"

(2023-12-20)

  “A febbraio di quest’anno il Ministero del Lavoro, incontrando i Patronati, aveva assicurato che entro la fine dell’anno sarebbe stato erogato il saldo del 2016, dunque a distanza di 7 anni, ma ad oggi non sono arrivati nemmeno gli acconti dovuti." lo afferma  l'on. Chiara Gribaudo, vice presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, che dichiara:
"I patronati sono presidio di supporto importante per lavoratori e lavoratrici, per conoscere i propri diritti e adempire ai doveri su questioni di tasse, lavoro e pensioni. Ho presentato,, un’interrogazione urgente  alla Ministra Calderone, portando i dati precisi dei ritardi nelle erogazioni" ha dichiarato Chiara Gribaudo spiegando come “Questi ritardi cronici causano una difficile crisi nella gestione economica dei Patronati, delle loro sedi e dei loro dipendenti.

"Oggi, ha concluso la parlamentare Dem,  il Governo, di fatto, ha scelto di non dare una risposta a tanti Patronati, anche storici come ANMIL, che non meritano questo trattamento, vista la loro funzione sociale riconosciuta persino nella loro risposta. Serve, dunque, un cambio di passo e, per questo, ho chiesto che si avvii un tavolo di confronto per giungere rapidamente ad una soluzione strutturale” (20/12/2023-ITL/ITNET)


TESTO INTERROGAZIONE AL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI presentato in data 19/12/2023 in Commissione Lavoro Interrogazione a risposta immediata

??GRIBAUDO, SCOTTO, FOSSI, LAUS e SARRACINO. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. — Per sapere – premesso che:
in base all'articolo 13 della legge 152 del 2001, il decreto ministeriale n. 193 del 10 ottobre 2008 dispone che il finanziamento degli istituti di patronato e di assistenza sociale è corrisposto sulla base della valutazione della loro attività e della loro organizzazione in relazione all'estensione e all'efficienza dei servizi offerti degli Istituti medesimi;

l'attività dei patronati dovrebbe essere finanziata annualmente mediante un acconto ad inizio anno, calcolato in base all'attività dell'anno precedente, ed un saldo entro il 17° mese successivo alla chiusura di ogni annualità produttiva (legge n. 152 del 2001 e del decreto ministeriale n. 193 del 2008);

da troppo tempo i saldi delle annualità vengono erogati con ritardi gravissimi: basti pensare che il saldo delle annualità 2013 è stato erogato solo nei 2018; il saldo del 2014 e un ulteriore acconto sul saldo 2015 sono stati erogati solo a dicembre 2022;

nel febbraio del 2022, in occasione di un incontro con i patronati, la competente direzione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha assicurato che il saldo dei finanziamenti spettanti ai patronati per l'annualità 2016 sarebbe stato erogato entro l'anno. Ebbene, si è giunti alla fine del 2023 e, secondo quanto consta agli interroganti, ancora il saldo 2016 non è stato erogato;

da informazioni pervenute da alcuni patronati, sembra che il Ministro interrogato abbia comunicato che non sarà erogato alcun saldo né ulteriore acconto entro la fine dell'anno;

il Tar e il Consiglio di Stato hanno condannato il Ministero all'erogazione dei saldi delle annualità 2017 e 2018; nonostante ciò, tale erogazione non risulta interamente ottemperata dal Ministero, bensì i saldi restano in sospeso, a causa della necessità di recuperare, per quelle annualità, le ingenti somme erroneamente erogate in esubero in favore di alcuni patronati rispetto a quanto loro spettante in base all'effettiva attività svolta;

la mancanza di certezza dei finanziamenti sta causando la crisi finanziaria per alcuni patronati, portandoli ad una grave instabilità per la loro stessa struttura e per i dipendenti –:

quali siano le motivazioni per cui il Ministro interrogato non ottemperi alle sentenze e perché non elargisca gli anticipi e i saldi nei tempi giusti previsti dalla legge, nonché quali iniziative urgenti intenda intraprendere al riguardo. (5-01762)
(20/12/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07